8 Marzo, la festa della donna

La festa della donna è nata per rivendicare le conquiste delle donne, sociali, politiche ed economiche ma anche per ricordare sia le discriminazioni e le violenze che ancora oggi vengono fatte in molte parti del mondo.  La festa della donna è un diffondersi e un moltiplicarsi di iniziative a favore delle donne per ricordare tutto quello che la donna ha dovuto subire nel corso dei secoli. Se proprio non vi va giù di sborsare cifre enormi per passatempi così frivoli ecco un paio di proposte culturali. Nella giornata dell’8 marzo il Ministero per i Beni e le Attività Culturali partecipa attivamente alla Festa della donna consentendo l’ingresso gratuito a tutte le donne all’interno dei musei, archivi, aree archeologiche e biblioteche statali. A Parma, c’è una mostra dedicata alle donne dal titolo Assaggi d’Arte all’interno della quale è prevista una visita alla pinacoteca del castello, seguito da un buffet a tema.

A Milano ci sarà una visita guidata che vi porterà alla scoperta degli affreschi della Cappella Sistina dei Milanesi, che raccontano le vite di sante martiri, ma anche di nobildonne milanesi del Rinascimento e poi aperitivo in un locale nel centro. Per chi ha fame di cultura l’8 marzo, i musei sono gratis per le donne, così come accade per San Valentino e per il giorno del proprio compleanno. Se poi siete in cerca di divertimento un po’ particolare e temerari, all’Aero Club di Lucca ci saranno voli gratuiti su tutta la città di Lucca per tutte le donne. La festa della donna è molto sentita anche da varie associazioni di donne che organizzano convegni sull’argomento, cercando di sensibilizzare l’opinione pubblica sui problemi che ancora oggi pesano sulla condizione della donna.

Share