Pistoia

Poche le notizie certe sulle origini di Pistoia (90.000m abitanti circa ). Di sicuro, la città nacque dagli Etruschi, insediamento fortificato della cintura di protezione della metropoli di Gonfienti. In seguito, fu conquistato dai romani, che sfruttarono a loro vantaggio il ruolo di roccaforte. Dopo la caduta dell’Impero, Pistoia supera (non senza difficoltà) il passaggio e l’invasione di bizantini e longobardi. Passato l’Anno Mille, la città conosce un periodo di sviluppo economico ed intellettuale: da essa arriva la Constitutum, consulum, Communis Pistoriae, la più antica e completa raccolta di leggi, usi e costumi di un Comune medievale giunta ad oggi. Tale periodo di splendore termina nel 1306: Pisa si arrende ad una coalizione nemica composta da Firenze e Pistoia, perdendo autonomia ma non possibilità di sviluppo. Sotto la dinastia fiorentina dei Medici, la città vive infatti un periodo di risveglio culturale, testimoniato dalla nascita di accademie e teatri. Situazione simile con l’arrivo dei duchi di Lorena: a partire da fine Settecento, le loro finanze donano alla città nuova vita, dall’economia alle iniziative intellettuali. Così, Villa Colonna è ancor’oggi testimone di quei giorni di aristocrazia illuminata. Nata alla fine del Settecento dalla ristrutturazione di edifici popolari, vanta finestre particolari: le decorazioni in cotto, mascheroni, ghirlande e festoni, si legano agli amorini posti sul piano nobile. La Villa spicca per la presenza del giardino all’italiana: all’interno, le rose, le siepi di bosso e gli alberi ad alto fusto si sposano agli elementi artificiali, come le statue e la cappella dedicata a San Domenico e San Salvatore. Realizzata in pietra robusta, la Torre di Catilina osserva dall’alto dei suoi 30 metri Piazza Duomo centro dell’abitato. La salita è lunga ma, una volta arrivati sulla terrazza sul tetto, si può godere di un panorama che copre l’intera città. Il nome della fortificazione deriva da una leggenda locale, secondo cui il corpo del generale romano Lucio Sergio Catilina sarebbe sepolto nelle sue fondamenta.

Share